Pavia, investita e uccisa dal marito dopo una lite. Lui: “È stato un incidente”

È da chiarire se l’uomo aveva visto la moglie oppure no.

A Corteolona, nel Pavese, una donna di 48 anni, Isabella Spada, è morta dopo essere stata investita dall’auto guidata da suo marito, Giorgio Giovannini, di 57 anni. È successo nel cortile della loro casa in via XX Settembre. È da chiarire ancora la dinamica dell’incidente, perché l’uomo ha fin da subito sostenuto di non aver visto la moglie.

I due avevano avuto una accesa lite e Giovannini è uscito di casa e si messo in auto, una Nissan, probabilmente per andarsene e porre fine al litigio, visto che in casa c’era anche il loro figlio di 10 anni. Poco dopo, però, ha investito la moglie. In stato di choc ha detto ai carabinieri di non averla affatto vista e anche durante l’interrogatorio ha ribadito che si è tatuato di un incidente.

Dalle prime ricostruzioni della dinamica che ha portato alla morte della 48enne, risulterebbe che la donna si sarebbe aggrappata alla portiera dell’auto, ma è stata schiacciata sotto le ruote. Forse Isabella Spada stava tentando un chiarimento o comunque non voleva far andare via il marito nel bel mezzo di una lite. I carabinieri ora devono capire se l’uomo ha visto o no la moglie. Intanto è indagato per omicidio colposo, ma se venisse accertato che l’ha vista, l’ipotesi di reato diventerebbe di omicidio volontario.