Atlanta, afroamericano 27enne ucciso dalla polizia perché dormiva in un parcheggio (VIDEO)

Rayshard Brook ha provato a opporre resistenza ai poliziotti e a fuggire, perciò gli hanno sparato alle spalle.

Rayshard Brooks, afroamericano di 27 anni, è stato ucciso la notte scorsa dalla polizia degli Stati Uniti perché ha provato a ribellarsi all’arresto. Gli agenti erano intervenuti dopo essere stati chiamati da una telefonata partita dal ristorante Wendy’s che si trova proprio sul luogo dell’accaduto. Chi ha chiamato ha denunciato il fatto che ci fosse un uomo addormentato nel parcheggio. Si trattava proprio di Brook.

La polizia ha sottoposto Brooks all’alcoltest e non lo ha superato, poi ha provato a bloccarlo, ma lui ha reagito ed è riuscito anche a rubare un taser agli agenti e a scappare, ma a quel punto i poliziotti gli hanno sparato alle spalle e lo hanno ferito. Su quanto successo dopo il ferimento ci sono due versioni: secondo quella ufficiale il ragazzo è stato portato in ospedale e lì è morto, secondo un’altra versione, invece, il ragazzo sarebbe stato a lungo agonizzante a terra e sarebbe stato portato via solo quando ormai non c’era più nulla da fare. Immediatamente sono scattate le proteste degli afroamericani davanti al ristorante Wendy’s. La questione, in questo caso è: è vero che Brook si è ribellato alla polizia, ma è normale morire per essersi ubriacato e addormentato per terra?

Nel tweet qui di seguito che ha fatto il giro del mondo potete vedere il video della colluttazione.