Coronavirus: 110 nuovi casi in Cina, negli USA 557mila contagi. Oltre 114mila i morti nel mondo

Il bollettino aggiornato dei contagi. Cina: si teme seconda ondata. USA, Trump si difende dalle accuse del NYT

Sono 108 i nuovi casi di coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Cina, 98 dei quali importati. Si tratta del numero più elevato da circa un mese a questa parte. Le autorità sanitarie temono una seconda ondata di infezioni importate dall’estero, proprio ora che lentamente si sta cercando di tornare alla normalità.

La National Health Commission cinese ha precisato che sono solo 10 i nuovi contagi di Covid-19 trasmessi a livello locale, di cui sette nella provincia nord orientale di Heilongjiang e tre in quella meridionale del Guangdong.

Intanto nel mondo gli Stati Uniti sono osservati speciali. Donald Trump si difende dalle accuse del New York Times di essersi mosso tardi e male (“sono accuse false come falso è il giornale”) ma i morti nei 50 Stati (per tutti ora è stato proclamato lo stato di emergenza) superano quota 22mila (22.108) per oltre 557.000 casi registrati.

Secondo l’ultimo bollettino della John Hopkins University i casi di coronavirus accertati a livello globale sono 1.850.807, per 114.251 pazienti morti con questa patologia. Dopo gli USA, il secondo paese al mondo per numero di contagi è la Spagna con 166.831 casi (17.209 i decessi). Segue l’Italia con più di 156.600 casi (19.899 i morti) secondo l’ultimo bollettino della Protezione civile.

I Video di Blogo.it