Viterbo, Aurora morta dopo le dimissioni: medico pronto soccorso indagato per omicidio colposo

C’è un medico indagato a Viterbo per omicidio colposo in merito alla morte della 16enne Aurora, trovata senza vita in casa sua a Montefiascone sabato

C’è un medico indagato a Viterbo per omicidio colposo in merito alla morte della 16enne Aurora, trovata senza vita in casa sua, a Montefiascone, sabato mattina. La ragazza il giorno prima era stata accompagnata dai genitori al pronto soccorso dell’ospedale Belcolle per un attacco di ansia e di panico.

Eseguiti alcuni accertamenti, la minorenne era stata dimessa poco dopo con il consiglio di intraprendere un percorso di aiuto psicologico, con un appuntamento già fissato con uno specialista per il lunedì successivo (cioè ieri).

L’iscrizione del medico del pronto soccorso nel registro degli indagati sarebbe arrivata dopo che gli investigatori dei carabinieri hanno raccolto testimonianze e documenti. I risultati dell’autopsia disposta dai magistrati sul corpo della giovane dovranno fare luce sulle esatte cause della morte.

Al diffondersi della notizia, il ministero della Salute si era subito mobilitato inviando una squadra di ispettori all’ospedale Belcolle per indagare su cosa possa essere successo alla ragazza, dimessa e mandata a casa poche ore prima del suo decesso.

“Era un fiore, me l’hanno ammazzata” ha detto il nonno Ilario a “Mattino Cinque”. Secondo l’uomo ad Aurora “hanno dato delle gocce per calmarla, ma quando le ha prese è peggiorata… Una volta a casa si è buttata sul divano. Poi è andata a dormire con la madre che a un certo punto si è accorta che non respirava più”.

I Video di Blogo

Milano: scippo in diretta nella metropolitana (VIDEO)