Manfredonia, uccide a coltellate il presunto amante della moglie

L’assassino si è recato nello studio del presunto amante di sua moglie a Manfredonia e l’ha ucciso colpendolo più volte con un coltello all’addome.

Omicidio questa mattina a Manfredonia, in provincia di Foggia, dove un uomo di 53 anni, Vincenzo Paglione, è stato ucciso a coltellate al termine di un litigio con un uomo, un autotrasportatore incensurato, che lo aveva accusato di essere l’amante di sua moglie.

L’omicidio è avvenuto nello studio della vittima, commercialista e consulente del lavoro, nella zona del lungomare Narazio Sauro. L’assassino si è presentato alle 9 nell’ufficio e dopo un breve diverbio si è accanito sul 53enne colpendolo più volte al torace con un coltello.

Per la vittima non c’è stato nulla da fare: nonostante i repentini soccorsi è deceduta durante il trasporto verso l’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo. L’aggressore, invece, si è presentato spontaneamente dalle autorità per confessare l’accaduto, precisando che l’aggressione sarebbe maturata a causa della relazione che sua moglie avrebbe avuto con la vittima.