Calanna: impiegato comunale ucciso in un agguato

Secondo i carabinieri Domenico Princi, 41 anni, responsabile dell’ufficio tecnico del Comune, sarebbe stato raggiunto da diversi colpi di fucile mentre era in auto.

di remar

    14:20 – Quando è stato colpito dai primi spari Princi era a bordo della sua Fiat Bravo, lungo la strada che da Calanna porta a Gallico, a circa un chilometro dal centro abitato. L’uomo ha perso il controllo della vettura, che si è poi fermata sul ciglio della strada. Il killer a quel punto si sarebbe avvicinato per esplodere il colpo di grazia contro la vittima designata. Princi, geometra del Comume, descritto da tutti come una persona tranquilla e cordiale, era incensurato: nessun guaio con la legge e nessun legame con ambienti della criminalità organizzata dicono gli investigatori, anche se l’uomo è stato ucciso come se fosse un boss.

Omicidio a Calanna, centro di un migliaio di abitanti alle porte di Reggio Calabria, dove questa mattina intorno alle 8 è stato ucciso in un agguato un dipendente del Comune. Domenico Princi, di 41 anni, è stato freddato a fucilate.

Secondo una prima ricostruzione dell’omicidio Princi, che era il responsabile dell’ufficio tecnico del Comune, sarebbe stato raggiunto da diversi colpi di fucile caricato a pallettoni ed esplosi dall’esterno mentre l’uomo, alla guida della sua auto, percorreva una stradina che era solito fare per recarsi al lavoro.

Le indagini sono state avviate dai carabinieri che per ora non avanzano nessuna ipotesi sul possibile movente del delitto. Sul posto anche gli inquirenti che hanno fatto un primo sopralluogo. Oltre al suo lavoro al settore tecnico del Comune Princi era pure impegnato in alcune attività di tipo commerciale, spiega Il Quotidiano della Calabria.

(in aggiornamento)

Foto © TMNews