Caso Marrazzo: complotto politico? Il pc di Brenda e i carabinieri pedine

Spuntano nuove ipotesi sul caso del video di Piero Marrazzo: un enorme, articolatissimo complotto politico? Questa è l’ipotesi delle ultime ore, dopo i video con trans e cocaina, dopo due morti sospette – Gianguarino Cafasso e la trans Brenda – si parla soprattutto di questo. A portare acqua a questo mulino uno degli avvocati dei


Spuntano nuove ipotesi sul caso del video di Piero Marrazzo: un enorme, articolatissimo complotto politico? Questa è l’ipotesi delle ultime ore, dopo i video con trans e cocaina, dopo due morti sospette – Gianguarino Cafasso e la trans Brenda – si parla soprattutto di questo. A portare acqua a questo mulino uno degli avvocati dei carabinieri coinvolti, Bruno Von Arx

«Ho la sensazione che i carabinieri coinvolti nell’affaire Marrazzo siano stati strumentalizzati da una regia diversa. Insomma, si sono ritrovati all’interno di un complotto che aveva come obiettivo politico Piero Marrazzo»

Possibile – ricordate il Laziogate di cui fu protagonista Storace? – in questa vicenda dove abbiamo imparato a non stupirci di nulla. Altro mistero – e conseguente grande attesa in queste ore – per i 60mila file del pc di Brenda – si dice che ci siano 130 GB di materiale – tra i quali vi sarebbero foto e video di celebrità assortite che se la spassavano con bellezze made in Brazil. Insieme a questo arrivano le altre rivelazioni sugli altri dieci ricattati, vip politici – c’è chi dice ci sia di mezzo un giornalista molto noto, ma molto, molto noto… – sui quali apre Novella. E l’American Tabloid all’italiana, è servito.