Nebraska, quattro sparatorie in un’ora: 3 morti accertati, ucciso il killer

Quattro sparatorie in poco più di un’ora in una cittadina del Nebraska: tre persone sono rimaste uccise, compreso il presunto autore, ferito a morte in un conflitto a fuoco con le autorità.

E’ di almeno tre morti il bilancio di un pomeriggio di follia ad Omaha, nello stato del Nebraska, nelle ore in cui prendeva il via la College World Series, il campionato di baseball organizzato dalla National Collegiate Athletic Association. Quattro sparatorie da una parte all’altra della città, presumibilmente collegate tra loro.

La prima si è verificata intorno alle 2.03 del pomeriggio e ha lasciato sull’asfalto un ferito grave, la seconda è stata registrata alle 2.23 e anche in quell’occasione una persona è rimasta gravemente ferita. Appena quattro minuti dopo un terzo conflitto a fuoco: la persona rimasta ferita è deceduta poco dopo il suo arrivo in ospedale.

Alle 2.30 la quarta sparatoria. Una persona è rimasta uccisa, ma fortunatamente un passante è riuscito a individuare il killer e comunicarne la posizione alle autorità.

Gli agenti, prontamente giunti sul posto, hanno ingaggiato un conflitto a fuoco col sospetto, uccidendolo. Non è chiaro, a questo punto, se l’uomo rimasto ucciso sia l’autore delle quattro sparatorie, anche se l’area ristretta in cui si sono verificate sembra far propendere per questa ipotesi.

Saranno le indagini, ancora in corso, a fare un po’ di chiarezza sulla vicenda.