Napoli, false invalidità: 5 arresti clan Mazzarella

Cinque persone, presunti affiliati al clan Mazzarella, attivo nel centro storico di Napoli, sono finite in manette la scorsa notte con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata alla truffa ai danni dello Stato, violenza o minaccia per costringere a commettere un reato, corruzione aggravata, contraffazione di pubblici sigilli, falsità materiale ed altro. Tutti reati aggravati

di remar


Cinque persone, presunti affiliati al clan Mazzarella, attivo nel centro storico di Napoli, sono finite in manette la scorsa notte con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata alla truffa ai danni dello Stato, violenza o minaccia per costringere a commettere un reato, corruzione aggravata, contraffazione di pubblici sigilli, falsità materiale ed altro. Tutti reati aggravati dal metodo mafioso. Tra gli arrestati c’è anche Ciro Rispoli, considerato dagli investigatori l’esponente del clan che si sarebbe direttamente inserito nel reclutamento dei falsi invalidi, insieme agli altri 4 fermati.

Continuando le indagini sui “falsi invalidi”, coordinate dalla Procura di Napoli, che finora hanno portato all’arresto di 123 persone e al sequestro di beni per 1,5 milioni di euro, i Carabinieri hanno scoperto che il clan si era infiltrato nel processo di reclutamento delle persone e di preparazione delle pratiche a favore di quest’ultime per poi riscuotere una percentuale sulle indennità pagate.

Gli ultimi arresti nell’ambito dell’inchiesta, partita nel 2009, c’erano stati a fine settembre dell’anno scorso, con 32 persone finite dietro le sbarre. In manette, a dicembre 2009, era finito pure il consigliere municipale di Chiaia Salvatore Alajo, condannato a 6 anni e 8 mesi di reclusione, con rito abbreviato. Per i magistrati sarebbe lui la mente della truffa. Un’analoga indagine a Cosenza aveva portato, nel luglio 2010, a 13 arresti, tra medici, funzionari e amministrativi del Distretto di Rende dell’Asp bruzia.

Via | Il Mattino

Ultime notizie su Camorra

Tutto su Camorra →