USA: Gary Ridgway, il serial killer di Green River, accusato di un nuovo omicidio. Non rischia la pena di morte

Dopo lo speciale di qualche mese fa, torniamo oggi a parlarvi di Gary Leon Ridgway, il serial killer di Green River condannato nel gennaio del 2004 al carcere a vita per l’omicidio di 48 donne, uccise tra il 1972 e il 1998. Alla lunga lista di vittime di Ridgway è stata recentemente aggiunta la 20enne


Dopo lo speciale di qualche mese fa, torniamo oggi a parlarvi di Gary Leon Ridgway, il serial killer di Green River condannato nel gennaio del 2004 al carcere a vita per l’omicidio di 48 donne, uccise tra il 1972 e il 1998.

Alla lunga lista di vittime di Ridgway è stata recentemente aggiunta la 20enne Rebecca Marrero, scomparsa il 3 dicembre 1982 e ritrovata da alcuni passanti il 21 dicembre scorso nei pressi di Seattle.

Una nuova imputazione di omicidio è stata formalizzata nelle scorse ore e Ridgway, ora 62enne, dovrà esprimersi sulla vicenda nel corso dell’udienza fissata per il prossimo 18 febbraio.

Per evitare la pena di morte, il serial killer di Green River non dovrà far altro che dichiarsi colpevole.






Questo perchè, nonostante le numerose polemiche, nel 2003 Ridgway riuscì a fare un accordo con la Corte Suprema della Contea di King: una confessione completa in cambio di una condanna che non fosse la pena capitale.

E anche in questo caso, rivelano i quotidiani locali, non ci sono scappatoie: nella lunga confessione fornita da Ridgway c’è anche il nome di Rebecca Marrero.

La giovane, però, non ancora ancora stata ritrovata e le prove del suo omicidio, fatta eccezione per la confessione del killer, non furono sufficienti a condannare a procedere in Tribunale.

Visto che il nome di Rebecca era già emerso, il patto siglato da Ridgway è ancora valido. Dovrà solo confessare ed evitare così la pena di morte.

L’udienza si terrà il prossimo 18 febbraio.

Via | Seattle Times e Seattle Weekly

I Video di Blogo.it

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →