Roberta Ragusa: trovata una sua ciocca di capelli?

Caso Ragusa: il reperto verrà ora analizzato per isolare il dna e confrontarlo con quello di Roberta.

di remar

Una ciocca di capelli “sospetta” che potrebbe appartenere a Roberta Ragusa è stata consegnata ai carabinieri dai volontari che stanno perlustrando in questi giorni il versante lucchese del Monteserra nella zona indicata dagli stessi inquirenti. Si cerca, ormai da quasi un anno e mezzo, il corpo della giovane imprenditrice di Gello San Giuliano (Pisa). Per gli inquirenti Roberta è stata uccisa la notte della scomparsa, a metà gennaio dell’anno scorso, e il cadavere occultato non troppo lontano dalla sua abitazione. L’unica persona fin qui iscritta nel registro degli indagati è il marito di Roberta, Antonio Logli, che aveva una relazione extraconiugale di cui la moglie e madre dei suoi figli era venuta a conoscenza.

Logli si è sempre proclamato innocente, anche se contro di lui ci sono alcune testimonianze: soprattutto quella di un vicino di casa che dice di averlo visto litigare con una donna quella notte prima di caricarla di forza in auto e allontanarsi di fretta. Altre due persone, la cui attendibilità è al vaglio degli inquirenti, hanno raccontato che la notte a cavallo tra il 13 e il 14 gennaio 2012 nella pineta La Bufalina tra Migliarino Pisano e Torre del Lago hanno visto da lontano due uomini trasportare un grosso sacco nero per poi dargli fuoco intorno alle 3.30.

Come riporta oggi La Nazione la ciocca è stata trovata nella zona di via Traversagna a Migliarino e sarebbe una extension, composta da capelli veri. Ora sarà analizzata in laboratorio, su disposizione del pm titolare dell’inchiesta Aldo Mantovani, in modo da estrarre il dna e confrontarlo con quello di Roberta. I risultati dovrebbero arrivare entro la fine della prossima settimana.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →