UK: muore figlia affetta da disturbo ossessivo-compulsivo, genitori arrestati per omicidio colposo

Ken e Marion Hancox, pensionati residenti a Tipton, nella regione delle Midlands Occidentali sono stati arrestati con l’accusa di manslaughter – simile al nostro omicidio colposo – nei confronti della figlia Samantha, 40enne deceduta per disidratazione e per un’infezione della pelle.Samantha era affetta da una forma acuta di disturbo ossessivo-compulsivo che da 18 anni le


Ken e Marion Hancox, pensionati residenti a Tipton, nella regione delle Midlands Occidentali sono stati arrestati con l’accusa di manslaughter – simile al nostro omicidio colposo – nei confronti della figlia Samantha, 40enne deceduta per disidratazione e per un’infezione della pelle.

Samantha era affetta da una forma acuta di disturbo ossessivo-compulsivo che da 18 anni le aveva impedito di uscire di casa per paura di venir contaminata dai germi.

I due genitori, che ora hanno 76 e 77 anni, avevano più volte chiesto aiuto ad ospedale psichiatrici e medici specializzati e si erano anche rivolto a Tony Blair, quando era Primo Ministro, perchè il Servizio Sanitario Nazionale inglese non offriva quel tipo d’aiuto ai suoi pazienti.

Nulla da fare: nel corso degli anni il disturbo di Samantha si è fatto più acuto e i due non hanno potuto far altro che assecondarla.

A nessun estraneo era permesso di entrare in casa e quando i due genitori uscivano per fare acquisti, al loro rientro dovevano denunarsi e, in alcuni casi, addirittura bruciare i vestiti.

La situazione è degenerata al punto che Samantha, negli ultimi giorni, trascorreva fino a 20 ore sotto la doccia e si rifiutava di mangiare, terrorizzata dal cibo portatore di germi.

Il decesso è avvenuto nel maggio dello scorso anno. La coppia, qualche ora dopo aver segnalato la morte della figlia, è stata arrestata con l’accusa di manslaughter e rilasciata su cauzione in attesa del completamento delle indagini.

Sono passati più di 8 mesi e l’indagine è ancora in corso. I due genitori, entrambi malati, hanno più volte chiesto informazioni sulla loro situazione, ma la risposta è stata la stessa:

L’indagine delle autorità è ancora in corso e al momento non possiamo rilasciare informazioni.

Via | Telegraph