Milano: tenta di affogare il figlio di 7 mesi

L’uomo ha svegliato la moglie dicendole: “ho fatto una cosa tremenda al bambino”.

di remar

Avrebbe tentato di affogare il figlio di appena 7 mesi nel lavandino del bagno di casa. Con questa terribile accusa è stato arrestato a Milano un uomo di 30 anni, italiano. Il bimbo è stato prontamente soccorso e portato dalla madre in ospedale e non sarebbe in pericolo di vita.

La donna, una venezuelana, stamattina sarebbe stata svegliata dal marito nel sonno: l’uomo le avrebbe detto di aver fatto “una cosa tremenda” al bambino. La donna si è alzata di scatto cercando il piccolo per casa e trovandolo tutto bagnato, ma vivo.

Subito dopo sarebbe intervenuto un ospite della coppia che ha aiutato la donna a portare il bambino al pronto soccorso del San Paolo dopo aver dovuto litigare con il padre, che non voleva lasciarli andare.

Il 30enne, dipendente di una ditta di telefonia di Assago, ha poi tentato un’improbabile fuga a piedi dall’abitazione; poco dopo è stato raggiunto e bloccato dalla polizia che l’ha portato in questura dove dovrà provare a spiegare le ragioni del folle gesto.

© Foto Getty Images