Omicidio in strada a Roma: ucciso con un colpo alla testa. Aggrediti i soccorritori

La sparatoria dopo un violento diverbio, in seguito la folla ha aggredito gli operatori del 118

di guido

Aggiornamento: arrestato il responsabile dell’omicidio, si tratta di Luciano Coppi, 53 anni. Ricostruita la dinamica: la vittima, Maurizio Alletto, ha avuto un diverbio per motivi di viabilità con Coppi, che era in auto con suo figlio. I due, padre e figlio, si sono in un primo momento allontanati, poi Coppi è sceso di nuovo con il figlio in strada, dove ha trovato Alletto, che ha ferito il ragazzo con un coltello. A questo punto è intervenuto Luciano Coppi, il quale ha sparato per vendicare il figlio, ed è stato poco dopo individuato dalle forze dell’ordine.

L’episodio ha avuto un corollario di ulteriore violenza: all’arrivo dell’ambulanza sul luogo del delitto, gli operatori del 118 sono stati accolti da una sassaiola e sono rimasti feriti, all’autista del mezzo è stata rotta la spalla. La folla è intervenuta perché non voleva che il 18enne accoltellato venisse soccorso.

Nuovo fatto di sangue a Roma, in pieno giorno e in strada, dopo analoghi episodi violenti nelle settimane scorse nella Capitale. Questo pomeriggio, poco dopo le 18, un uomo è stato ucciso con due colpi di arma da fuoco alla testa in via Luigi Gigliotti, nel quartiere di San Basilio, alla periferia nord-est di Roma.

L’uomo, il cui nome sarebbe Maurizio Aletta, era a bordo di un’auto, e a causa di un incidente stradale è iniziato un violento diverbio con altre due persone, padre e figlio, a bordo di una seconda vettura. La dinamica è ancora da chiarire, ma secondo le prime ricostruzioni il litigio sarebbe presto degenerato, tanto che lo stesso Aletta avrebbe estratto un coltello ferendo il più giovane dei due uomini. A questo punto il terzo uomo avrebbe sparato due colpi di pistola ad Aletta, per poi scappare.

Aletta è stato immediatamente soccorso ma non c’era più niente da fare. Le prime ricostruzioni parlano anche di un altro ferito nella sparatoria, probabilmente un passante, che è stato portato all’ospedale Pertini: le sue condizioni sarebbero gravi. I carabinieri della stazione Montesacro e del nucleo investigativo di Via in Selci stanno effettuando i rilevamenti e interrogando i testimoni.