Omicidio Alessandro Mathas: la madre Katerina indagata per concorso in omicidio volontario aggravato

La condanna a 26 anni di carcere per Giovanni Antonio Rasero, ritenuto responsabile dell’omicidio del piccolo Alessandro Mathas, deceduto il 15 marzo scorso, a soli 8 mesi, per le percosse subite, ha portato all’apertura di un nuovo fascicolo a carico della madre del bimbo, Katerina Mathas, in un primo momento accusata di omicidio volontario in


La condanna a 26 anni di carcere per Giovanni Antonio Rasero, ritenuto responsabile dell’omicidio del piccolo Alessandro Mathas, deceduto il 15 marzo scorso, a soli 8 mesi, per le percosse subite, ha portato all’apertura di un nuovo fascicolo a carico della madre del bimbo, Katerina Mathas, in un primo momento accusata di omicidio volontario in concorso e successivamente solo di abbandono di minore.

Da ieri, però, la Mathas è ufficialmente indagata per concorso in omicidio volontario aggravato.

Ora bisogna attendere la deposizione delle motivazioni, poi il procuratore capo Vincenzo Scolastico deciderà se accorpare i due reati a carico della Mathas in un unico fascicolo oppure archiviare l’abbandono e procedere solo per omicidio.

Non è escluso, inoltre, che potrebbe scattare la misura cautelare della custodia in carcere anche se al momento non sussisterebbero i gravi indizi a carico della donna.

Via | Genova24

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →