Ragusa: 35 arresti per traffico di droga nell’operazione Rewind

È scattato all’alba di oggi il mega blitz antidroga della Squadra Mobile di Ragusa, che ha eseguito 35 ordinanze di custodia cautelare in carcere. Le misure restrittive sono state emesse dal gip del Tribunale di Catania; l’accusa è di associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti: cocaina, hashish, ectasy e lsd. Gli arresti sono

di remar


È scattato all’alba di oggi il mega blitz antidroga della Squadra Mobile di Ragusa, che ha eseguito 35 ordinanze di custodia cautelare in carcere. Le misure restrittive sono state emesse dal gip del Tribunale di Catania; l’accusa è di associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti: cocaina, hashish, ectasy e lsd. Gli arresti sono stati effettuati non solo a Ragusa ma anche in provincia di Catania, Agrigento, Palermo, Napoli, Prato, Parma, Reggio Emilia e Milano. Tre le organizzazioni criminali colpite. L’indagine era partita ad aprile del 2006.

Gli investigatori ritengono di aver scoperto e smantellato – grazie anche ad intercettazioni telefoniche, ambientali, rilevazioni satellitari – tre bande dedite al traffico di stupefacenti: una a Ragusa, che sarebbe stata direttamente sotto il controllo del pregiudicato Giulio Tumino, e le altre due che operavano nei comuni di Acireale, Motta Sant’Anastasia e Misterbianco (Catania) che sarebbero state gestite rispettivamente – come riporta Il Corriere di Ragusa – dai pregiudicati Vincenzo Urso, Maurizio Mascali e Nunzio Bottiglieri.

La droga, secondo le risultanze investigative, veniva acquistata nel Napoletano e nel Catanese e poi trasportata da insospettabili corrieri fino alle piazze di spaccio dove un’organizzatissima rete di pusher provvedeva poi a smerciarla nei pressi del centro cittadino, locali notturni e discoteche.

Via | Giornale di Ragusa