Casalesi, Cancello Arnone: 5 arresti. Metodi camorristici anche per questioni sentimentali

Cinque persone sono state arrestate questa mattina a Cancello Arnone (Caserta). Avrebbero favorito la latitanza del super boss latitante Michele Zagaria e fornito appoggio logistico al presunto capozona di Cancello Arnone, Antonio Santamaria. Inoltre presso le loro abitazioni gli indagati avrebbero organizzato summit di camorra e convocato le vittime delle estorsioni.Gli arresti di oggi arrivano

di remar


Cinque persone sono state arrestate questa mattina a Cancello Arnone (Caserta). Avrebbero favorito la latitanza del super boss latitante Michele Zagaria e fornito appoggio logistico al presunto capozona di Cancello Arnone, Antonio Santamaria. Inoltre presso le loro abitazioni gli indagati avrebbero organizzato summit di camorra e convocato le vittime delle estorsioni.

Gli arresti di oggi arrivano a margine di un’indagine che, a dicembre dello scorso anno, aveva già portato in carcere sette persone per estorsione in danno di diversi imprenditori. Tre dei cinque arrestati fanno parte della stessa famiglia. I reati contestati sono violenza privata, possesso di materiale esplodente, favoreggiamento personale allo scopo di agevolare il clan dei Casalesi. Da Lunaset:

Dall’indagine, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, è emerso altresì che Santamaria perseguiva anche finalità di natura privata, con gli stessi metodi utilizzati come camorrista. Per costringere, infatti, una ragazza ad avere con lui una relazione sentimentale, una volta ha picchiato pubblicamente il fratello di lei e ha fatto esplodere un ordigno a ridosso del cancello d’ingresso dell’azienda agricola del padre; che, a quel punto, ha deciso di trasferire la figlia in una località segreta del Nord-Italia.

Via | Interno 18

I Video di Blogo

Ultime notizie su Camorra

Tutto su Camorra →