Ai domiciliari due maestre che maltrattavano bimbi dell’asilo nido in Lombardia

Una nel Comasco, l’altra nel Pavese. Sono ai domiciliari.

Altri due gravissimi casi di maltrattamenti ai danni di bambini molto piccoli sono da aggiungere alla già lunghissima lista di maestre arrestate per questo reato. I due nuovi casi sono entrambi avvenuti in Lombardia, uno a Varzi, nell’Oltrepò Pavese, l’altro a Cernobbio, nel Comasco.

Le Fiamme Gialle pavesi hanno oggi spiegato che l’indagine è partita quando nel comune di Varzi sono cominciate a girare voci sempre più insistenti su presunte condotte irregolari della titolare di un asilo nido. Grazie alle telecamere è stato provato che effettivamente si verificavano spesso episodi di maltrattamenti nei confronti di bambini di età compresa tra 1 e 3 anni. La donna, una 50enne, titolare dell’asilo nido, è stata posta agli arresti domiciliari, mentre due sue collaboratrici sono state denunciate per abuso dei mezzi di correzione nei confronti di minori. I filmati registrati dalle telecamere documentano ripetute violenze di natura fisica, come spinte, schiaffi e strattoni, e di natura psicologica.

A Cernobbio è una 58enne la maestra denunciata per condotte violente nei confronti di bambini di età compresa tra i 3 e i 18 mesi. I Carabinieri della Compagnia di Como hanno eseguito nei suoi confronti un’ordinanza di custodia cautelare, anche in questo caso agli arresti domiciliari, emessa dal giudice per le indagini preliminari.