USA, esplosione all’aeroporto di Atlanta: guasto tecnico, allarme rientrato

USA, esplosione all’aeroporto di Atlanta: evacuato lo scalo. Allarmi bomba anche nell’area del Parlamento in Georgia e all’aeroporto di Richmond, in Virginia.

17.40 – In seguito all’allarme bomba nell’area del Parlamento di Atlanta sono stati evacuati quattro diversi edifici governativi. Al momento soltanto uno di questi è stato riaperto il pubblico, negli altri sono ancora in corso le analisi delle forze dell’ordine.

17.00 – La Hall D dell’aeroporto di Atlanta è stata riaperta. L’esplosione di stamattina ha provocato soltanto un blackout. Il traffico è tornato alla normalità. Ancora nessun aggiornamento dall’area del Parlamento. I dipendenti sono ancora per strada, nei pressi degli edifici, mentre le forze dell’ordine stanno eseguendo gli accertamenti del caso.

16.27 – Le autorità aeroportuali confermano che l’esplosione è stata la conseguenza di un guasto tecnico. L’allarme è rientrato: i passeggeri sono già stati fatti rientrare nello scalo di Atlanta e a breve la situazione dovrebbe rientrare nella normalità. Resta in sospeso la questione dei due allarmi bomba nell’area del Parlamento di Atlanta.

16.20 – Occorre precisare, al momento, che nessuna fonte ufficiale ha parlato di attentati o di feriti. Nonostante il panico generale che ha invaso la stampa internazionale in questi minuti, è doveroso ricordare che non è stato fatto alcun collegamento tra l’esplosione all’aeroporto di Atlanta, avvenuta in un hangar della manutenzione, e i due allarmi bomba negli edifici del Parlamento di Atlanta, in Georgia. Questi due allarmi sono scattati dopo due diverse telefonate anonime. Le verifiche sono in corso.

16.15 – La situazione all’aeroporto di Richmond sta lentamente tornando alla normalità. L’allarme bomba di questa mattina si è rivelato un falso allarme. La circolazione, almeno a Richmond, dovrebbe riprendere a breve.

Forte esplosione all’aeroporto di Atlanta, in Georgia, pochi minuti fa. Lo scalo, lo riferiscono i media locali, è stato prontamente evacuato in attesa di notizie per chiare.

Secondo le prime notizie che trapelano sembra lo scoppio sia avvenuto in un hangar dedicato alla manutenzione, ma nel corso degli ultimi minuti continuano ad arrivare altri allarmi bomba: uno nei pressi dell’area del Parlamento in Georgia e un altro a poca distanza da lì, nelle immediate vicinanza del Georgia State Capitol. Gli impiegati della struttura sono già stati evacuati e le autorità hanno chiesto ai cittadini di non utilizzare apparecchiature radio o telefoni cellulare per comunicare.

Le squadre di artificieri, come da prassi, stanno già raggiungendo i luoghi segnalati. Intanto le autorità aeroportuali di Atlanta hanno rassicurato la popolazione e quanti stanno seguendo in diretta lo svolgersi degli eventi: l’esplosione non ha nulla a che vedere con un attentato terroristico.

L’area interessata è una piccola porzione dell’Hartsfield-Jackson International Airport. Un portavoce dei vigili del fuoco ha comunicato che in seguito all’esplosione, avvenuta intorno alle 9, non ci sono stati né fiamme né fumo. Al momento non è chiaro se ci siano stati feriti.

In mattinata, lo riferisce la stampa locale, un’allarme bomba all’aeroporto di Richmond, in Virginia, aveva causato l’evacuazione dello scalo. Da quel momento nessun velivolo è arrivato o partito da lì.

(in aggiornamento)

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →