San Ferdinando, incendio nella nuova tendopoli: un morto

Incendio nella nuova struttura che ospita i migranti di San Ferdinando e che si trova vicino alla baraccopoli smantellata dalle ruspe il 7 marzo

Incendio nella nuova tendopoli di San Ferdinando, un migrante ha perso la vita. Il complesso sito in provincia di Reggio Calabria era gestito prima dal Comune e oggi dalla Caritas e ospita in tutto 840 cittadini stranieri a poche centinaia di metri dalla baraccopoli smantellata con le ruspe lo scorso 7 marzo. Secondo le prime ricostruzioni, le fiamme sono divampate in una tenda da sei posti in un angolo in cui si trovavano dei cavi elettrici. I vigili del fuoco sono intervenuti con prontezza, ma non è bastato per evitare che si incendiasse una tenda e morisse uno degli occupanti al suo interno.

La tendopoli di San Ferdinando era stata realizzata anni fa dalla Protezione Civile ma di recente era stata ampliata e ammodernata per ospitare una parte dei migranti che precedentemente occupavano la baraccopoli poi smantellata. Al suo interno, nel periodo più “caldo” della raccolta degli agrumi, sono stati ospitati fino a 3.000 migranti. A febbraio scorso, al suo interno era morto in seguito ad un incendio il 29enne senegalese Aldo Diallo.