Cairo Montenotte: 32enne disoccupato si suicida dopo l’avviso di sfratto

Il disoccupato si è tolto la vita lanciandosi dalla finestra di casa: la famiglia avrebbe dovuto lasciare l’abitazione dopodomani.

di remar

Ancora una tragedia dettata dalla disperazione. Un uomo di 32 anni secondo le prime ricostruzioni si è suicidato oggi gettandosi dalla finestra di casa sua a Cairo Montenotte (Savona) dopo aver ricevuto un avviso di sfratto.

Il giovane, che era disoccupato, viveva in quell’appartamento con la madre pensionata e il fratello disabile: avrebbero dovuto lasciarla vuota giovedì secondo la notifica dello sfratto. Ma lui non ce l’ha fatta a sopportare il pensiero di vedere la sua famiglia finire in mezzo alla strada e con un drammatico gesto si è tolto la vita.

Il suicidio è avvenuto non lontano dalla caserma dei carabinieri di Cairo Montenotte. I soccorritori del giovane hanno trovato il corpo in un giardino, purtroppo inutile ogni tentativo di rianimarlo, così come la mobilitazione di un elicottero dei vigili del fuoco. Il sindaco di Cairo Montenotte Fulvio Briano appresa la notizia della tragedia ha detto:

“L’uomo e la famiglia avevano mantenuto la residenza nel Genovese e per questo motivo il Comune aveva le mani legate perché noi possiamo aiutare solo i residenti. La situazione è davvero difficile anche per i cairesi. È un’emergenza sociale senza fine. Proprio questa settimana sono in corso le procedure di sfratto per altre due famiglie che hanno bambini piccoli”.

I carabinieri sono sicuri: nessuna responsabilità da parte di terzi, è stato un suicidio. L’ennesimo.

Foto © TM News