Napoli, droga: 14 arresti per spaccio di cocaina Clan Mazzarella

La piazza della droga, sotto il controllo di esponenti del clan Mazzarella, era in via Soprammuro, nel quartiere Vicaria, a Napoli. Quattordici persone, nove uomini e cinque donne, sono state arrestate questa mattina in un blitz messo a segno dalla polizia del capoluogo partenopeo. Sono accusate di aver spacciato centinaia di dosi di cocaina. Il

di remar


La piazza della droga, sotto il controllo di esponenti del clan Mazzarella, era in via Soprammuro, nel quartiere Vicaria, a Napoli. Quattordici persone, nove uomini e cinque donne, sono state arrestate questa mattina in un blitz messo a segno dalla polizia del capoluogo partenopeo. Sono accusate di aver spacciato centinaia di dosi di cocaina. Il clan Mazzarella si affaccia prepotente sulla scena della criminalità napoletana a partire dagli anni ’50, attraverso il contrabbando di sigarette. In questo articolo di Simone Di Meo, la storia dell’organizzazione:

L’espansione dei traffici illeciti – dal commercio delle bionde si passa ben presto all’usura e alle truffe – comporta una corrispondente espansione territoriale che si sviluppa seguendo i vicoli bui che, dall’area orientale, portano al cuore della città (…). L’ingresso nei ranghi della Nuova famiglia e la vicinanza dei Mazzarella alle cosche mafiose siciliane (ne parleranno pentiti del calibro di Antonino Calderone, Francesco Marino Mannoia, Gaspare Mutolo) incrementano gli utili del clan, che a metà degli anni Ottanta trova una sconosciuta e gigantesca forma di guadagno: il traffico di droga.

Nel 2009 per boss e affiliati arrivarono complessivi 134 anni di carcere. A fine maggio dell’anno scorso venne arrestato Salvatore Barile, 26 anni, ritenuto dagli inquirenti il reggente del clan.

Foto | Flickr

Ultime notizie su Camorra

Tutto su Camorra →