Viterbo, picchia l’amico e stupra la sua compagna: arrestato romeno di 36 anni

Un cittadino romeno di 36 anni è stato arrestato con l’accusa di lesioni personali aggravate e violenza sessuale: ha aggredito un connazionale e stuprato la sua fidanzata.

Lesioni personali aggravate e violenza sessuale. Queste le accuse contestate oggi a un cittadino romeno di 36 anni residente a Vetralla, in provincia di Viterbo, che secondo l’accusa stanotte avrebbe aggredito un suo connazionale e avrebbe violentato la sua fidanzata.

E’ accaduto intorno alle 2, quando la vittima dell’aggressione, connazionale del 36enne, ha allertato il 112 denunciato di esser stato picchiato da un suo conoscente, autore anche di una violenza sessuale ai danni della sua fidanzata.

Gli agenti sono subito giunti sul posto e, constatata la veridicità della denuncia, si sono messi alla ricerca dell’aggressore, rintracciato poco dopo nei pressi della sua abitazione. L’uomo, secondo quanto ricostruito, si sarebbe introdotto in casa del connazionale con una banale scusa e, una volta dentro, avrebbe picchiato lui e violentato la sua compagna, romena anche lei.

La giovane è riuscita a interrompere la violenza e si è data alla fuga lanciandosi dalla finestra dell’abitazione, al primo piano di una palazzina. Nella caduta si è fratturata una caviglia, ma è riuscita comunque a mettere in fuga l’aggressore.

Lo straniero è stato arrestato e trasferito nel carcere di Viterbo a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Foto © TM News