Bari, botte e insulti a bambini autistici: 4 educatrici in manette – VIDEO

Le violenze sarebbero iniziate nel 2016. Le quattro donne finite in manette erano solite insultare e picchiare i bambini autistici che venivano loro affidati nel centro di riabilitazione Sant’Agostino di Noicattaro (BA).

Quattro educatrici del centro di riabilitazione Sant’Agostino di Noicattaro, in provincia di Bari, sono finite in manette con la pesante accusa di aver maltrattato e insultati alcuni bambini autistici ospiti della struttura, tutti di età compresa tra i 7 e i 15 anni.

A far partire le indagini sarebbe stata una dipendente dell’istituto, che si è rivolta ai carabinieri per denunciare di aver assistito ad alcuni episodi di violenza compiuti da alcune sue colleghe già a partire dal 2016. Da lì, grazie alle telecamere nascoste, gli inquirenti sono riusciti ad accertare il comportamento violento delle quattro educatrici e a raccogliere elementi sufficienti a far scattare l’arresto.

Vittime di quelle violenze – insulti, minacce, schiaffi e abusi di vario genere – erano dei bambini affetti da gravi forme di autismo e impossibilitati a raccontare ai loro famigliari ciò che erano costretti a subire durante i loro soggiorni nella struttura.

Le intercettazioni audio/video sono durate appena un mese: dall’inizio di novembre all’inizio di dicembre 2018 le autorità sono riuscite a documentare come le quattro donne – tre educatrici e un’insegnante di sostegno – fossero solite tenere i bambini legati alle sedie e con la bocca tappata da fazzoletti per impedire le urla dei giovanissimi. Non solo: in diverse occasioni i bimbi sarebbero stati spinti contro il muro o il pavimento.

Le quattro donne, di età compresa tra i 28 e i 42 anni, sono state poste agli arresti domiciliari.

I Video di Blogo