Nuoro: Giuseppe Musina ucciso a colpi di pistola, negli anni 90 fu condannato per violenza sessuale su disabile

Un’esecuzione in piena regola, tre colpi di pistola che hanno raggiunto in pieno il 69enne Giuseppe Musina, proprio davanti alla sua abitazione a Nuoro.Stando a quanto ricostruito finora dalle autorità, Musina si trovava in casa quando qualcuno, da fuori, l’ha chiamato e l’ha invitato ad uscire.L’assassino, mentre Musina era ancora sull’uscio, ha aperto il fuoco


Un’esecuzione in piena regola, tre colpi di pistola che hanno raggiunto in pieno il 69enne Giuseppe Musina, proprio davanti alla sua abitazione a Nuoro.

Stando a quanto ricostruito finora dalle autorità, Musina si trovava in casa quando qualcuno, da fuori, l’ha chiamato e l’ha invitato ad uscire.

L’assassino, mentre Musina era ancora sull’uscio, ha aperto il fuoco e si è dato alla fuga.

Inutile la corsa in ospedale, il 69enne è deceduto poco prima della mezzanotte, dopo esser stato sottoposto ad un intervento chirurgico.

Il movente di questa esecuzione, secondo gli inquirenti, è da ricercare nel passato di Musina, coinvolto in una brutta storia di abusi sessuali negli anni 90.

L’anziano, infatti, era stato condannato a scontare 9 anni di carcere per violenza sessuale di gruppo ai danni di un minorenne disabile.

Era uscito dal carcere nel 2006 e, lo raccontano familiari e conoscenti, da quel momento aveva condotto una vita tranquilla.

Nuovi sopralluoghi nel piccolo podere di Musina saranno effettuati in mattinata, con la luce del giorno. Per ora sono stati rinvenuti i bossoli, ma non è escluso che l’assassino possa aver lasciato qualche altro indizio.

Via | La Nuova Sardegna

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →