Germania, taglia da 10 mila euro sul killer di Domenico Lorusso

La polizia di Monaco di Baviera ha messo una taglia da 10 mila euro sul killer di Domenico Lorusso, il cittadino italiano ucciso lo scorso 28 maggio.

Sono in una fase di stallo le indagini sulla polizia di Monaco di Baviera sull’omicidio di Domenico Lorusso, l’ingegnere italiano ucciso con una coltellata al cuore la sera del 28 maggio scorso, tanto da aver spinto gli inquirenti a mettere una taglia e sperare nell’aiuto dei cittadini.

Il DNA del killer, estrapolato dalla saliva rimasta sugli abiti della fidanzata di Domenico – fu uno sputo a dare origine al tutto – non ha dato alcun riscontro. L’uomo che ha ucciso Domenico non ha precedenti penali, non è mai stato schedato dalle autorità e rintracciarlo non sarà così semplice.

Nessuno ha visto nulla, la vittima e la sua fidanzata non conoscevano l’aggressore e i filmati delle telecamere di sicurezza installate nell’area non hanno fornito particolari utili alle indagini. Si è trattato di un’aggressione casuale e ora le autorità sperano chi sa qualcosa si faccia avanti: sono stati stanziati 10 mila euro che andranno a chiunque fornirà elementi utili alla scoperta del killer di Domenico.

In attesa che qualcuno parli, la polizia di Monaco continua a lavorare con gli elementi di cui è già in possesso, a cominciare dalla scarna descrizione fornita dalla giovane fidanzata di Lorusso: si tratterebbe di un uomo sui 35 anni, che quella sera indossava una giacca nera e una borsa a tracolla dello stesso colore e aveva i capelli corti e scuri.

Foto © Getty Images – Tutti i diritti riservati

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →