Yara Gambirasio: le ricerche si sono spostate in Friuli dopo una segnalazione

Le ricerche di Yara Gambirasio, ne danno notizia i quotidiani locali, da due giorni si sono spostate nella Carnia, territorio del Friuli-Venezia Giulia, dopo l’ennesima segnalazione giunta agli investigatori.A rivelarlo è stato Giancarlo Buonocore, procuratore capo di Tolmezzo:Si tratta di una segnalazione non completamente circostanziata ma che ha richiesto in ogni caso un’approfondita verifica. Fino


Le ricerche di Yara Gambirasio, ne danno notizia i quotidiani locali, da due giorni si sono spostate nella Carnia, territorio del Friuli-Venezia Giulia, dopo l’ennesima segnalazione giunta agli investigatori.

A rivelarlo è stato Giancarlo Buonocore, procuratore capo di Tolmezzo:

Si tratta di una segnalazione non completamente circostanziata ma che ha richiesto in ogni caso un’approfondita verifica. Fino ad ora le ricerche non hanno portato a nulla di concreto.

La segnalazione ha indirizzato le ricerche della 13enne, scomparsa il 26 novembre scorso, nel piccolo borgo di Viaso, frazione con circa 60 abitanti.

La massiccia operazione sta vedendo la collaborazione di tutte le forze disponibili, dal Soccorso alpino della Finanza, ai Carabinieri, alla Polizia, fino ai volontari di Protezione civile e a quelli del Soccorso alpino della zona.

Si legge su Il Gazzettino:

Il piccolo borgo di Viaso, a circa 70 chilometri a nord di Udine, potrebbe essere stato scelto dai rapitori della 13enne per il suo isolamento. Ma è solo un’ipotesi. Così come quella che porta a pensare a un tentativo finito male di condurla a forza fuori dal territorio italiano attraverso gli ex valichi con la Slovenia o con l’Austria.

Via | BergamoNews

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →