Ping Pong: botte (e risposte) della giornata politica

Ultimissime. Berlusconi: “Sarò io a nominare il nuovo commissario Ue”. Borghezio: “Adesso comanda la Lega, vogliamo il ministero dell’Interno”. Berlusconi: “Con Putin oggi incontro tra amici”. Berlusconi: “Già stasera incontro col governo uscente su Alitalia”. Alemanno: “Sì al confronto tv con Rutelli”. Finocchiaro: “Torno in Senato”. Rutelli: “Devo vincere a Roma per bilanciare Bossi”. Casini:

Ultimissime. Berlusconi: “Sarò io a nominare il nuovo commissario Ue”. Borghezio: “Adesso comanda la Lega, vogliamo il ministero dell’Interno”. Berlusconi: “Con Putin oggi incontro tra amici”. Berlusconi: “Già stasera incontro col governo uscente su Alitalia”. Alemanno: “Sì al confronto tv con Rutelli”. Finocchiaro: “Torno in Senato”. Rutelli: “Devo vincere a Roma per bilanciare Bossi”. Casini: “Su Campidoglio decide l’Udc locale”. Berlusconi: “Il linguaggio di Bossi è paradossale”. Berlusconi: “Prodi non si è complimentato con me”. Donadi: “Idv no a gruppo parlamentare unico col Pd”. Bindi: “Molto dispiaciuta per dimissioni di Prodi”. Bettini: “Nessun incontro tra Silvio e Walter”. Cossiga: “Molti condividono i miei timori sulla scomparsa della sinistra”.

Silvio Berlusconi alza la voce e bacchetta Prodi e Veltroni su commissario Ue. Veltroni:”No a brutale spoil system”.
Berlusconi: “Sulla vicenda del commissario Ue si è fatta gran confusione. Non capisco perché Prodi si intromette. Non ha più poteri. Per il sostituto di Franco Frattini a Bruxelles ci penso io. Tocca a me decidere”. Veltroni: “Serve il dialogo, invece si parte con le prepotenze”. Sfida continua.

Mario Borghezio alza la voce e bacchetta Berlusconi. Latorre: “La Lega non va demonizzata”.
Borghezio: “ Noi abbiamo i voti, senza la Lega non c’è governo. In politica comandano i numeri. Andiamo a Roma per piazzare uomini chiave e non per posare il sedere sulle poltrone. Questo per il bene del Nord. Vogliamo il ministero dell’Interno”. Latorre: “Il Pd non vede problemi per Bossi ministro. Non si può demonizzare la Lega”. Pd, orecchie abbassate.

Antonio Di Pietro dice subito no al gruppo unico col Pd. Bondi: “ Primi strappi”.
Di Pietro: “L’Idv va verso il gruppo autonomo alla Camera e al Senato. Conviene al nostro partito e conviene al Pd. Anche perché così c’è un utilizzo ottimale delle risorse. Si può fare un coordinamento stretto”. Bondi: “Primi strappi, presto arriverà il temporale. Pannella docet”. Lampi e tuoni.

Anna Finocchiaro torna in Senato. Lombardo: “I siciliani l’hanno messa in fuga”.
Finocchiaro: “Il mio posto è al Senato. Al Pd serve la mia esperienza maturata negli ultimi anni in situazioni molto difficili. Comunque non mollo l’impegno in Sicilia”. Lombardo: “Dopo la batosta elettorale fugge dall’Isola”. Trombati al … potere.

Walter Veltroni per Roma chiede aiuto all’Udc. Casini: “Decide l’Udc capitolino”.
Veltroni: “Ho auspicato un sostegno alla candidatura di Rutelli, che mi sembra naturale, anche per la personalità del candidato sindaco. Casini mi ha risposto che a Roma decideranno i suoi, sul posto”. Casini: “Non ho niente contro Rutelli ma io non sono il proprietario del mio partito. Deciderà l’Udc locale”. Pier, passa la palla.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →