Quando Prusik e Machard sono pericolosi

I nodi autobloccanti vengono frequentemente utilizzati nelle discese in corda doppia dagli alpinisti, i più utilizzati sono appunto il nodo Prusik ed il nodo Machard; la loro funzione è di sicurezza: se si lasciano le mani durante la discesa fanno presa sulla corda evitando la caduta. Nel torrentismo gli autobloccanti per le corde doppie sono

I nodi autobloccanti vengono frequentemente utilizzati nelle discese in corda doppia dagli alpinisti, i più utilizzati sono appunto il nodo Prusik ed il nodo Machard; la loro funzione è di sicurezza: se si lasciano le mani durante la discesa fanno presa sulla corda evitando la caduta.

Nel torrentismo gli autobloccanti per le corde doppie sono pericolosi e non vengono utilizzati.
Hanno fregato più di un alpinista che nel cimentarsi con la discesa di qualche gola acquatica ha pensato di adottare le tecniche che da sempre usava su roccia.

La presenza dell’acqua può rendere mortale ogni problema di bloccaggio durante la calata su corda, le priorità e le logiche per la sicurezza cambiano completamente.

Chi si avvicina al torrentismo proveniendo da lunghe esperienze in altri sport ‘di corda’ è certamente avvantaggiato ma può pericolosamente ritenersi indipendente e preparato ad affrontare qualunque gola acquatica.

L’Associazione Italiana Canyoning da tempo studia e mette a punto le tecniche di progressione più adatte al torrentismo, organizzando corsi di vario livello per chi voglia percorrere le gole in sicurezza.