Catania, omicidio: badante Lucia Cosentino uccisa nella casa dove lavorava

Giallo a Catania per l’omicidio di una badante di 51 anni, Lucia Cosentino, originaria di Castiglione di Sicilia. La donna sarebbe stata colpita alla testa con un oggetto contundente e poi soffocata con un cuscino. Il delitto è avvenuto nell’appartamento di una signora di 91 anni che la badante accudiva. È stata la stessa anziana

di remar


Giallo a Catania per l’omicidio di una badante di 51 anni, Lucia Cosentino, originaria di Castiglione di Sicilia. La donna sarebbe stata colpita alla testa con un oggetto contundente e poi soffocata con un cuscino.

Il delitto è avvenuto nell’appartamento di una signora di 91 anni che la badante accudiva. È stata la stessa anziana a dare l’allarme ieri, dopo aver trovato il corpo senza vita di Lucia Cosentino nella stanza a lei riservata.

La porta dell’appartamento era chiusa. Per questo gli investigatori pensano che l’omicida potrebbe aver avuto le chiavi di casa o che sia stato fatto entrare, magari dalla stessa badante che forse conosceva.

Sul caso sta lavorando la polizia che, riporta Catania Oggi, subito dopo i primi rilievi ha ascoltato l’anziana e il nipote che abita nello stesso stabile, in viale Alcide de Gasperi. Coordinano le indagini il procuratore capo Vincenzo D’Agata e il sostituto Antonella Barrera.

Via | Hercole