Indonesia: venditore ambulante di giocattoli arrestato con l’accusa di aver stuprato 96 bambini

Rischia fino a 15 anni di carcere il venditore ambulante di giocattoli arrestato la settimana scorsa a Giacarta, in Indonesia, con l’accusa di aver stuprato almeno 96 bambini nel corso degli ultimi due anni.L’indagine è scattata il 3 dicembre scorso, quando il 14enne H.R.L., dato per scomparso il 21 novembre, ha fatto ritorno a casa


Rischia fino a 15 anni di carcere il venditore ambulante di giocattoli arrestato la settimana scorsa a Giacarta, in Indonesia, con l’accusa di aver stuprato almeno 96 bambini nel corso degli ultimi due anni.

L’indagine è scattata il 3 dicembre scorso, quando il 14enne H.R.L., dato per scomparso il 21 novembre, ha fatto ritorno a casa sostenendo di esser stato tenuto prigioniero e ripetutamente stuprato da un uomo, Sartono.

Le autorità, subito allertate, sono riuscite a rintracciare il venditore ambulante e ad organizzare una trappola – i cui dettagli non sono stati resi noti – ai suoi danni.

Sartono, 34 anni, è stato arrestato e non ci ha messo molto a confessare: ha raccontato agli inquirenti di aver violentato almeno 96 ragazzi di età compresa tra i 13 e i 17 anni.

Sartono teneva anche una lista di tutti i bambini e gli adolescenti stuprati nel corso degli ultimi due anni. Ha detto di aver violentati 54 prima del 2008. Poi, secondo la lista, avrebbe fatto una pausa e, dal 2008, ne avrebbe stuprati altri 42.

Di questo Sartono si sa veramente poco: non ha una fissa dimora, ma si ferma ciclicamente nelle stazioni dei treni di Purwakarta, Cikampek e Kampung Bandan, gli stessi luoghi in cui era solito adescare le sue vittime.

Le autorità sospettano che il 34enne possa aver ucciso alcune delle sue vittime, ma al momento non ci sono prove. Lui nega, ma gli agenti stanno verificando in queste ore.

Il 34enne, padre di quattro figli, rischia ora fino a 15 anni di carcere.

Via | The Jakarta Globe