Falsi invalidi a Napoli, 45 arresti per truffa allo Stato

Le indagini coordinate dalla Procura di Napoli hanno già portato negli ultimi tempi all’arresto di 350 falsi invalidi e al sequestro di beni per 14 milioni di euro.

Ancora falsi invalidi a Napoli, altre 45 persone smascherate dai carabinieri del comando provinciale di Napoli e finite in manette in queste ore con l’accusa di truffa ai danni di un ente pubblico, contraffazioni di certificazioni e falsità materiale commessa da pubblico ufficiale.

Gli indagati sarebbero riusciti a ottenere le pensioni di invalidità grazie a documentazioni e visite mediche false a cui avrebbe contribuito un dipendente dell’Asl Napoli 1, addetto alla gestione amministrativa di pratiche di invalidità civile, ritenuto dagli inquirenti il regista di questo sistema di falsi decreti d’invalidità.

Oltre alle misure cautelari è stata data esecuzione a un decreto di sequestro preventivo nei confronti degli indagati a garanzia del recupero delle somme indebitamente percepite. Tra i beni sequestrati ci sarebbero anche degli immobili.

L’operazione, scattata dopo una lunga indagine avviata nel 2009 e che ha già portato all’arresto di 350 persone e al sequestro di beni del valore complessivo di 14 milioni di euro, è stata condotta dai carabinieri della compagnia di Bagnoli.

Foto © Getty Images – Tutti i diritti riservati