Gela: 11 arresti per traffico di armi

Per gli inquirenti con l’operazione Villaggio Aldisio è stata smantellata una organizzazione criminale che trafficava in armi e munizioni.

di remar

Sono 11 gli arresti, 9 in carcere e 2 ai domiciliari, eseguiti stamattina a Gela (Caltanissetta) dalla polizia per traffico di armi. Secondo gli inquirenti con l’operazione Villaggio Aldisio è stata smantellata una organizzazione criminale che trafficava appunto in armi e munizioni e che aveva messo a disposizione delle locale malavita un piccolo arsenale.

Il blitz prende il nome dal quartiere di Gela in cui sono stati effettuati la maggior parte degli arresti. In manette sono finiti anche giovani finora mai toccati da problemi con la giustizia, sei di loro erano completamente sconosciuti alle forze dell’ordine.

Le accuse a vario titolo mosse agli indagati vanno dall’associazione a delinquere, alla detenzione e porto abusivo di armi e munizioni fino alla ricettazione. Le indagini erano partire lo scorso ottobre. Gli investigatori scoprirono che il gruppo in contrada Burgio, in un podere, aveva allestito un poligono di tiro abusivo (al confine tra Gela e Marina di Butera) esercitandosi a sparare contro sagome di lamiera.

Lì veniva nascosta una parte delle armi dell’organizzazione, le altre nelle abitazioni di alcuni degli arrestati. La polizia ha sequestrato due fucili, uno con mirino di precisione, una carabina ad aria compressa, cartucce caricate a pallettoni, munizioni per pistole di vario calibro, un giubbotto antiproiettili artigianale. Il gruppo criminale disponeva inoltre di una pistola calibro 9 parabellum, due calibro 38, una calibro 22, una di calibro 40 e una calibro 7,65.

Foto © TM News

Ultime notizie su Mafia

Tutto su Mafia →