Asola: si nasconde nell’armadio della ex per spiarla. Arrestato per stalking

“Volevo sapere con chi stava dopo che mi aveva lasciato”. Questa la giustificazione fornita ai carabinieri da un 26enne di origine macedone arrestato con l’accusa di stalking e violazione di domicilio ad Asola, nel Mantovano. Si era introdotto nell’abitazione della ex ragazza, una sua connazionale di 29 anni, nascondendosi poi all’interno di un armadio in

di remar


“Volevo sapere con chi stava dopo che mi aveva lasciato”. Questa la giustificazione fornita ai carabinieri da un 26enne di origine macedone arrestato con l’accusa di stalking e violazione di domicilio ad Asola, nel Mantovano. Si era introdotto nell’abitazione della ex ragazza, una sua connazionale di 29 anni, nascondendosi poi all’interno di un armadio in camera da letto.

La donna una volta entrata in casa non ha impiegato molto tempo ad accorgersi dell’intruso: aperta un’anta dell’armadio se lo è trovato davanti. Subito dopo ha avvisato i carabinieri ai quali successivamente ha raccontato di essere già stata vittima nei mesi scorsi di atti persecutori e vere e proprie aggressioni da parte dell’ex, ma che non aveva ancora trovato il coraggio di denunciarlo. L’uomo, residente a Canneto sull’Oglio, tra l’altro era arrivato a farsi duplicare le chiavi di casa e dell’auto della 29enne.

Via | Gazzetta di Mantova
Foto | Flickr