USA: in manette la 36enne Rachel Ann Hicks. Ha adescato un 13enne online ed ha fatto sesso con lui

Ha raggiunto la parte opposta degli Stati Uniti, dalla California al Maryland, solo per fare sesso con un ragazzino di 13 anni, conosciuto tramite una chatroom di X-Box Live. Lei si chiama Rachel Ann Hicks, ha 36 anni ed è finita in manette con l’accusa di molestie ai danni di minori e stupro.L’incontro vero e


Ha raggiunto la parte opposta degli Stati Uniti, dalla California al Maryland, solo per fare sesso con un ragazzino di 13 anni, conosciuto tramite una chatroom di X-Box Live.

Lei si chiama Rachel Ann Hicks, ha 36 anni ed è finita in manette con l’accusa di molestie ai danni di minori e stupro.

L’incontro vero e proprio tra i due è avvenuto nel novembre scorso, nei giorni precedenti il Giorno del ringraziamento, ma i due avevano iniziato a chattare alcune settimane prima.

Da semplici conversazioni nella chatroom i due erano presto arrivati a scambiarsi telefonate, sms ed email, spesso con allegate foto erotiche.

Poi, approfittando delle vacanze del Thanksgiving, la donna, madre di due figli, ha deciso di andare ad incontrare il 13enne.

Ha preso un aereo dalla California ed ha raggiunto il Maryland, dalla parte opposta degli Stati Uniti. Una volta lì, vista l’assenza dei genitori del ragazzino, i due hanno fatto sesso e lei è poi tornata in California.

A scoprire tutto sono stati i genitori del 13enne, che hanno trovato alcuni sms piccanti nel telefono del giovane.

Da lì è scattata la denuncia e la 36enne, che aveva dato un falso nome, è stato rintracciata ed arrestata.

L’indagine è ancora in corso, visto che le autorità sospettano non si sia trattato di un caso isolato, ma di un modus operandi della donna per trovare ed adescare minorenni.

Al momento si cerca un ragazzino californiano, seconda possibile vittima della Hicks.

Via | NBC Los Angeles