USA: uccide e fa a pezzi tre persone, stupra e sequestra una 13enne. Carcere a vita per Matthew J. Hoffman

Carcere a vita, senza la possibilità di poter avanzare richiesta per la libertà vigilata: è questa la condanna emessa ieri da un giudice della contea di Knox, in Tennessee, nei confronti del 30enne Matthew J. Hoffman, che vedete in foto, colpevole di stupro, rapimento e tre omicidi.I fatti risalgono al 10 novembre scorso, quando Hoffman,


Carcere a vita, senza la possibilità di poter avanzare richiesta per la libertà vigilata: è questa la condanna emessa ieri da un giudice della contea di Knox, in Tennessee, nei confronti del 30enne Matthew J. Hoffman, che vedete in foto, colpevole di stupro, rapimento e tre omicidi.

I fatti risalgono al 10 novembre scorso, quando Hoffman, taglialegna in cerca di lavoro, fa irruzione nell’abitazione di Tina R. Herrmann, 32enne, con l’intenzione di rapinarla.

Quello che succede in quell’abitazione, però, è ben più cruento e disumano: i presenti – la 32enne, il figlio di 11 anni e una vicina di casa, Stephanie Sprang – confrontano Hoffman e cercano di farlo scappare.

Lui, in tutta risposta, affera un coltello e si accanisce contro i tre: li uccide, poi li fa a pezzi e nasconde tutto in dei sacchi.

Poi rapisce la figlia 13enne della Herrmann, la porta a casa con lui, la stupra e la nasconde in cantina, chiusa in una gabbia.

Nel frattempo si libera anche dei corpi delle tre vittime, nascondendole nella cavità di un grande albero della Kokosing Lake Animal Preserve.

Dopo intense ricerche, la 13enne viene ritrovata tre giorni dopo, ancora viva, chiusa nella gabbia a casa di Hoffman, che viene arrestato ed incriminato per stupro e sequestro di persona.

Il resto emerge quasi subito: il 30enne viene interrogato e confessa i tre omicidi, indicando il luogo in cui aveva nascosto i corpi.

Ieri si è concluso il processo: Matthew J. Hoffman dovrà passare il resto della sua vita dietro le sbarre.

Via | The Columbus Dispatch

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →