32enne drogata e stuprata: due arresti nel Casertano

La vittima ha raccontato che dopo essere stata narcotizzata con una bevanda è stata stuprata dai due uomini in una zona isolata a Piedimonte Matese.

di remar

Prima drogata e poi costretta a subire uno stupro, nei pressi di un santuario. È quanto ha denunciato ai carabinieri una donna di 32 anni che ieri notte a Piedimonte Matese (Caserta) sarebbe stata violentata da due persone prima di riuscire a fuggire e chiedere aiuto in un vicino bar.

Immediato l’arrivo dei carabinieri che poco dopo hanno arrestato i due presunti stupratori. In manette sono finiti Vincenzo Vinciguerra, di 38 anni, e Pasquale Barbieri, di 44 anni, tutt’e due residenti a Cerreto Sannita, in provincia di Benevento.

La vittima ha raccontato che dopo essere stata narcotizzata con una bevanda è stata violentata dai due uomini che l’avevano portata in una zona isolata in località San Pasquale di Piedimonte Matese, a due passi del Santuario di Santa Maria Occorrevole.

Dopo i primi soccorsi da parte dei sanitari la donna è stata ricoverata all’ospedale civile di Piedimonte Matese. I due fermati sono stati tradotti nel carcere di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Foto © TM News