Los Angeles: al via il processo al dottor Conrad Murray, accusato della morte di Michael Jackson

Si terrà oggi a Los Angeles la prima udienza del processo che vede imputato il dottor Conrad Murray, 57enne accusato dell’omicidio di Michael Jackson, deceduto il 25 giugno del 2009 dopo aver assunto del Propofol, potentissimo farmaco usato come anestetico per operazioni chirurgiche.Murray, medico personale della defunta popstar, ha sempre dichiarato di aver somministrato il


Si terrà oggi a Los Angeles la prima udienza del processo che vede imputato il dottor Conrad Murray, 57enne accusato dell’omicidio di Michael Jackson, deceduto il 25 giugno del 2009 dopo aver assunto del Propofol, potentissimo farmaco usato come anestetico per operazioni chirurgiche.

Murray, medico personale della defunta popstar, ha sempre dichiarato di aver somministrato il farmaco, utilizzato da Michael Jackson per combattere l’insonnia, su richiesta dello stesso.

Il medico è accusato di negligenza ed omicidio colposo, il più basso grado di omicidio, punibile al massimo con una condanna a 4 anni di carcere.

La difesa di Murray, secondo le indiscrezioni trapelate in queste ore, ha già ben chiaro come muoversi: dopo aver somministrato il farmaco a Michael Jackson, Murray è uscito dalla stanza.

A quel punto, mentre il medico era uscito, Jackson si sarebbe alzato e si sarebbe somministrato un’altra dose di farmaco, quella che gli ha poi provocato l’arresto respiratorio.

Insomma, la difesa ha intenzione di puntare tutto sul suicidio, anche se non è ben chiaro quali prove abbia intenzione di presentare, oltre alla testimonianza dell’imputato.

Quella di oggi, rivelano i quotidiani locali, sarà l’udienza finalizzata a decidere se ci sono prove a sufficienza per procedere col processo vero e proprio.

Di solito, in udienze del genere, vengono ascoltati due o tre testimoni al massimo. In questo caso, però, pare che verranno sentite circa 35 persone.

Tra queste, sempre secondo indiscrezioni, ci sarà anche Kenny Ortega, produttore e regista di This Is It, il documentario sul tour che Michael Jackson avrebbe dovuto portare in Europa.

Ortega, infatti, ha trascorso con Jackson gli ultimi mesi della sua vita e potrà testimoniare che la popstar era in perfetta salute e non aveva mai manifestato intenti suicidi.

Quanto alla questione deontologica – perchè Murray, in quantyo medico, ha accettato di somministrare illegalmente farmaci così pericolosi pur essendo consapevole dei rischi? – la difesa ha intenzione di giudicare il 57enne sostenendo che in quel periodo aveva problemi finanziari e che era quindi disposto a tutto pur di tenersi stretto quel lavoro così ben remunerato.

Maggiori dettagli saranno diffusi nel corso della giornata.

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →