Carmagnola: Claudia Pistone uccide a coltellate il padre e la madre. Rinchiusa nel carcere delle Vallette a Torino

Ha già confessato, e si trova ora in carcere, l’autrice del duplice omicidio avvenuto durante i festeggiamenti di Capodanno a Carmagnola, in provincia di Torino.Giovanni e sua moglie Lidia Pistone, entrambi di 70 anni, sono stati uccisi a coltellate nella loro abitazione. A dare l’allarme era stata la figlia 38enne Claudia Pistone, che aveva raccontato


Ha già confessato, e si trova ora in carcere, l’autrice del duplice omicidio avvenuto durante i festeggiamenti di Capodanno a Carmagnola, in provincia di Torino.

Giovanni e sua moglie Lidia Pistone, entrambi di 70 anni, sono stati uccisi a coltellate nella loro abitazione.

A dare l’allarme era stata la figlia 38enne Claudia Pistone, che aveva raccontato agli inquirenti di aver visto due uomini intrufolarsi nell’appartamento della coppia.

Nulla di più falso: ad uccidere i due genitori era stata lei e ci sono volute solo poche ore per scoprirlo.

La 38enne si è contraddetta più volte e alla fine ha confessato: al momento si trova nel reparto psichiatrico del carcere delle Vallette a Torino.

Il motivo di tale gesto è da ricercare nella depressione che affliggeva la 38enne da tempo e che l’aveva già portata a curarsi in un centro di igiene mentale.

Già due anni fa aveva dato segno di violenza: in un raptus di gelosia aveva drogato, legato a letto e picchiato con un bilancere il marito Michele Casalis.

Dopo quell’episodio, va da sé, il loro matrimonio era finito e la donna, dopo la denuncia – poi ritirara – di Casalis, era stata obbligata a seguire delle terapie.

Via | Il Secolo XIX

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →