Ecuador, ucciso il cuoco italiano Luigi Spasiano: fermato l’assassino, Joffre Ortiz Marines

Si può considerare risolto, secondo il quotidiano El Universo, il caso dell’omicidio del 35enne Luigi Spasiano, originario di Massa Lubrense, ucciso a coltellate sabato scorso a Guayaquil, in Ecuador. Spasiano, che era andato a trovare la sua fidanzata Johanna Arízala Mina, è stato ucciso con 6 coltellate dell’ex fidanzato della giovane, il colombiano Joffre Ortiz


Si può considerare risolto, secondo il quotidiano El Universo, il caso dell’omicidio del 35enne Luigi Spasiano, originario di Massa Lubrense, ucciso a coltellate sabato scorso a Guayaquil, in Ecuador.

Spasiano, che era andato a trovare la sua fidanzata Johanna Arízala Mina, è stato ucciso con 6 coltellate dell’ex fidanzato della giovane, il colombiano Joffre Ortiz Marines.

A fare arrestare il giovane è stata la stessa Mina, che è riuscita a rintracciarlo via telefono e a fissare con lui un appuntamento.

L’assassino è così caduto nella trappola: ieri, alle 19 ora locale, si è presentato all’incontro con Mina ed ha trovato ad attenderlo le autorità, che l’hanno arrestato.

Ortiz ha già confessato: ha dichiarato di essersi intrufolato a casa dell’ex fidanzata per rubarle il computer ed impedirle così di chattare con Spasiano su Facebook.

Entrato nella camera della giovane, Ortiz l’ha trovata a letto con lo chef e, in preda ad un raptus, si è accanito su di lui e l’ha ucciso a coltellate.

Ora il colombiano si trova in carcere, accusato dell’omicidio del 35enne di Massa Lubrense.

Sempre secondo il quotidiano El Universo, il sindaco di Guayaquil, Jaime José Nebot Saadi, ha già contattato le autorità italiane per chiarire le circostanze dell’ omicidio e per dare il via alle procedure legali per rimpatriare i suoi resti.

Via | El Universo