USA: l’autore de “La guida del pedofilo all’amore e al piacere” finisce in manette. Rischia fino a 5 anni di carcere

Torniamo ad occuparci del caso Amazon esploso nel novembre scorso, dopo la pubblicazione di un ebook dal titolo “The Pedophile’s Guide to Love and Pleasure: A Child-Lover’s Code of Conduct” (”La guida del pedofilo all’amore e al piacere: un codice di condotta per gli amanti dei bambini“), prontamente eliminato dal catalogo dopo le numerossisime proteste


Torniamo ad occuparci del caso Amazon esploso nel novembre scorso, dopo la pubblicazione di un ebook dal titolo “The Pedophile’s Guide to Love and Pleasure: A Child-Lover’s Code of Conduct” (”La guida del pedofilo all’amore e al piacere: un codice di condotta per gli amanti dei bambini“), prontamente eliminato dal catalogo dopo le numerossisime proteste di utenti ed associazioni.

Il suo autore, il 47enne Phillip R. Greaves II, aveva dichiarato:

Questo è il mio tentativo di rendere le situazioni pedofile più sicure per i ragazzi che se ne trovano coinvolti, stabilendo determinate regole per gli adulti. Spero di riuscirci appellandomi ai lati positivi dei pedofili, con la speranza che seguano i consigli e possano venire odiati meno e condannati a pene minori, in caso venissero arrestati. I veri pedofili amano i bambini e non farebbero mai del male a loro. La penetrazione è fuori discussione. Non puoi farlo con un bambino, ma i baci e le carezze non credo siano un grande problema.

Se le autorità del Colorado, stato in cui risiede il 47enne, avevano deciso di non incriminarlo, diversamente si sono comportati gli agenti della contea di Polk, in Florida.

Alcuni agenti sottocopertura hanno scritto a Greaves chiedendogli di inviar loro una copia autografata del discusso libro.

Il 47enne, convinto che ormai le polemiche si fosse placate, ha autografato una copia del libro e l’ha inviata a quelli che credeva fossero suoi fan.

Gli agenti, una volta entrati in possesso del libro, l’hanno letto da cima a fondo catalogandolo come materiale pedopornografico.

Questo, secondo le leggi della Florida, ha fatto di Greaves un distributore di materiale osceno. Tanto è bastato a far scattare l’arresto.

In collaborazione con le autorità del Colorado, Phillip R. Greaves II è finito in manette lunedì scorso con l’accusa di “distribuzione di materiale osceno che mostra minorenni coinvolti in attività per loro deleterie.

Mercoledì il giudice John Kirkland della contea di Polk ha stabilito per Greaves una cauzione pari a 15mila dollari.

Al momento nessuno l’ha pagata e il 47enne si trova ancora rinchiuso nel carcere della contea.

Se qualcuno deciderà di pagarla, Greaves non potrà lasciare la Florida, avere contatti con minori di 18 anni e non possedere un computer, almeno fino alla conclusione del processo.

Quell’accusa potrebbe costagli fino a cinque anni di carcere.

Via | CNN

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →