Catania: Dia sequestra beni a Rosario Chisari, presunto affiliato cosca Santapaola-Ercolano

La DIA di Catania ha eseguito un decreto di sequestro di beni per un valore di un milione e mezzo di euro, emesso dal Tribunale del capoluogo siciliano, nei confronti di Rosario Chisari, 42enne di Misterbianco, ritenuto dagli inquirenti affiliato al clan mafioso Santapaola-Ercolano. Sigilli apposti a due società di costruzione, una villa, numerosi appezzamenti

La DIA di Catania ha eseguito un decreto di sequestro di beni per un valore di un milione e mezzo di euro, emesso dal Tribunale del capoluogo siciliano, nei confronti di Rosario Chisari, 42enne di Misterbianco, ritenuto dagli inquirenti affiliato al clan mafioso Santapaola-Ercolano. Sigilli apposti a due società di costruzione, una villa, numerosi appezzamenti di terreno, 24 automezzi pesanti e disponibilità bancarie.

Le indagini della DIA hanno riguardato un arco di tempo lungo, dal 1996 al 2010. Chisari era stato arrestato nel novembre del 2008 nell’ambito dell’operazione “I padrini” e condannato il 20 ottobre scorso a 6 anni di reclusione per associazione di stampo mafioso. Attraverso le indagini, di tipo economico-finanziario e patrimoniale, gli investigatori avrebbero accertato consistenti profili sperequativi tra i redditi dichiarati e il patrimonio effettivamente posseduto da Chisari.

Il provvedimento di sequestro emesso dalla sezione Misure di prevenzione del Tribunale di Catania su richiesta del sostituto procuratore della DDA etnea, Antonino Fanara, ha riguardato tutta una serie di beni direttamente intestati a Rosario Chisari e altri, come le due società di costruzione che, pur formalmente intestate a congiunti, sono state ritenute riconducibili all’uomo.

Via | Catania Oggi

Ultime notizie su Mafia

Tutto su Mafia →