Sondrio, frana a San Giacomo Filippo: 1500 persone isolate – VIDEO

Il fronte franoso era tenuto sotto controllo da settimane e due giorni fa i tecnici dell’ARPA avevano lanciato l’allarme del crollo imminente.

Mancavano pochi minuti alle 17 quando ieri quasi 5mila metri cubi di roccia si sono staccati dalla fiancata della montagna nei pressi della zona del santuario e del borgo di Gallivaggio, nella Valchiavenna in provincia di Sondrio.

Un distacco atteso e ampiamente annunciato, da quando lo scorso 13 aprile alcuni frammenti di roccia erano caduti a valle e tutte le precauzione del caso erano già state prese: la zona nei dintorni del luogo di culto era stata interdetta ai cittadini, così come la porzione della strada statale 36 potenzialmente interessata dal crollo era chiusa al traffico ormai da giorni.

Il 28 maggio i tecnici dell’Agenzia regionale per la protezione ambientale (ARPA) avevano annunciato il progredire dell’accelerazione del fronte franoso e avevano confermato l’imminente crollo, arrivato meno di 24 ore dopo l’allarme.

La frana, stando ai primi rilievi, non ha provocato danni significativi al santuario né alla strada statale sottostante, che dovrebbe essere riaperta nei prossimi giorni, quando l’allarme sarà definitivamente cessato. Intanto, però, resta molto limitata la viabilità da e verso i paesi di Madesimo, Campodolcino e San Giacomo Filippo, dove almeno 1.500 persone sono isolate e stanno registrando importanti problemi nell’approvvigionamento di cibo e medicine.

Foto | ARPA

I Video di Blogo

Milano: scippo in diretta nella metropolitana (VIDEO)