Bova Marina: 22 dipendenti comunali indagati per assenteismo [VIDEO]

Accusa di assenteismo in provincia di Reggio Calabria per ben 22 dipendenti su 25 del comune di Bova Marina: per 5 di loro emessa ordinanza di interdizione

Reggio Calabria – Ben 22 dipendenti comunali (su 25) di Bova Marina sono indagati per assenteismo. Nei confronti di 5 di loro, il gip Davide Lauro su richiesta della Procura della Repubblica di Reggio Calabria ha emesso l’ordinanza di interdizione. In seguito alle indagini condotte dalla Guardia di Finanza, sarebbe risultato infatti che 9 dipendenti su 10 si sarebbero assentati dal posto di lavoro, più o meno assiduamente. Le indagini, coordinate dal procuratore aggiunto Gerardo Dominijanni e dal sostituto Gianluca Gelso, hanno cosi portato alla sospensione, per un periodo compreso tra 7 e 10 mesi, dai pubblici uffici per 5 dipendenti.

Le accuse nei confronti degli indagati sono a vario titolo di truffa e false attestazioni o certificazioni nell’utilizzo del badge, mentre due di loro sono ance accusati di peculato, poiché adoperavano le auto del Comune per scopi personali. L’inchiesta è partita dalle rimostranze da parte dei cittadini, che lamentavano di recarsi presso il municipio dovendo poi andare letteralmente a caccia dei dipendenti. Installate alcune telecamere nascoste sia all’interno sia all’esterno della casa comunale, le Fiamme Gialle sono riusciti così a ricostruire i movimenti dei “furbetti del cartellino”.

Alcuni di loro, secondo quanto emerge dai video, si assentavano senza giustificazione dal posto di lavoro per fare la spesa, andare al bar o anche solo per chiacchierare con amici. In totale, sono 448 le irregolarità riscontrate nell’utilizzo del badge.

I Video di Blogo

Milano: scippo in diretta nella metropolitana (VIDEO)