Roma, giù dal cavalcavia dell’A24: due morti, ipotesi suicidio

Roma: due fratelli gemelli sono precipitati giù da un cavalcavia dell’A24 all’altezza dello svincolo per Tivoli, si pensa a un suicidio ma non sono ancora escluse alte ipotesi

17.04 – Si sarebbero lanciati da un cavalcavia dell’A24 i due fratelli gemelli originari di Roma che vivevano a Gallicano nel Lazio. Secondo le prime testimonianze raccolte sul posto dagli agenti del commissariato di Tivoli e dai vigili del fuoco, la loro auto era ferma nelle vicinanze di un viadotto nei pressi di Tivoli mentre i corpi dei gemelli sono stati trovati 70-80 metri più in basso. L’ipotesi con maggior credito resta quella del suicidio: i due fratelli, di 56 anni, avrebbero lasciato l’auto all’altezza dello svincolo di Tivoli per poi lanciarsi dal ponte.

16.50 – Secondo le prime testimonianze raccolte dietro la tragedia di oggi con due persone morte dopo essere precipitate da un ponte sull’A24 all’altezza di Tivoli ci sarebbe un suicidio. Le vittime sono due gemelli secondo la Repubblica.

Sono precipitati giù dal cavalcavia dell’A24 all’altezza dello svincolo di Tivoli (Roma) i due uomini morti nel primo pomeriggio di oggi. Le vittime avrebbero tra i 50 e i 60 anni.

Sul posto la polizia stradale e i vigili del fuoco che stanno cercando di appare dinamica e cause dell’incidente. Per ora si sa che i due sono caduti da un cavalcavia sull’autostrada A24 Roma-L’Aquila, al chilometro 12.700.