Pedofilia, 14 anni e 2 mesi in appello per don Ruggero Conti

Don Ruggero Conti, l’ex parroco di Selva Candida, è stato condannato oggi in appello a scontare 14 anni e 2 mesi per violenza sessuale ai danni di 7 giovani frequentatori della sua parrocchia.

E’ stata lievemente ridotta in secondo grado la pena per l’ex parroco di Selva Candida, don Ruggero Conti, condannato in primo grado nel marzo 2011 a 15 anni e 4 mesi di carcere per aver abusato sessualmente di 7 ragazzi che frequentavano la sua parrocchia tra il 1998 e il 2008.

Ora l’ex parroco dovrà scontare 14 anni e 2 mesi di carcere. Lo hanno stabilito oggi, 31 maggio, i giudici della terza corte d’appello di Roma. Il perchè di questa riduzione è presto detto: la Corte ha ritenuto prescritti tre episodi di abusi avvenuti prima del 2000 e per questo prescritti nel novembre dello scorso anno.

L’avvocato Fabrizio Gallo, difensore di parte civile nel procedimento, ha dichiarato:

Esprimiamo grande soddisfazione per la sentenza della corte d’appello poiché la tesi dell’accusa e’ stata rispettata. Con la condanna di oggi a 14 anni e 2 mesi per Don Ruggero Conti si può finalmente mettere un punto a questa inquietante vicenda. Nessuno finora ci ha risarcito per i danni subiti, morali e materiali. Abbiamo anche scritto al papa ed alle più alte cariche del Vaticano. Speriamo ora che ora qualcuno da oltretevere si faccia sentire.

Conti, come stabilito in primo grado, dovrà anche risarcire i danni alle parti civili, ma l’entità verrà stabilita in separata sede.

Foto © Getty Images – Tutti i diritti riservati