Napoli, violentava la nipote minorenne: arrestato 28enne

L’uomo è residente nel Parco Verde di Caivano, nel Napoletano, complesso di edilizia popolare finito sotto i riflettori per l’omicidio della piccola Fortuna.

Un ragazzo di 28 anni è stato arrestato oggi nel Parco Verde di Caivano (Napoli) con l’accusa di aver violentato la nipote minorenne.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti della procura della Repubblica di Napoli Nord, che hanno condotto le indagini e chiesto l’ordinanza di custodia cautelare in carcere eseguita stamattina, la ragazzina, che oggi ha 15 anni, sarebbe stata abusata dalla zio fino a marzo dell’anno scorso.

Violenze che sarebbero iniziate quando la vittima non aveva ancora 14 anni come confermato anche dagli accertamenti clinici disposti dalla magistratura. L’adolescente avrebbe quindi dovuto subire per lungo tempo gli abusi dello zio finché non si è confidata prima con un’amica e poi con un’assistente sociale.

Una volta informata anche la madre, la danna si è rivolta ai militari dell’Arma della compagnia di Casoria per sporgere denuncia. Il Parco Verde di Caivano, complesso di edilizia popolare, torna così alla ribalta della cronaca per episodi di presunti abusi e violenze dopo lʼomicidio della piccola Fortuna, la bambina di
di sei anni più volte violentata e infine uccisa, secondo i giudici, da Raimondo Caputo, vicino di casa che per quelle accuse è stato condannato all’ergastolo.

I Video di Blogo

Milano: scippo in diretta nella metropolitana (VIDEO)