Capotreno picchiato sul Trenord Milano-Mantova [VIDEO]

Calci e pugni, al volto e in pancia: un capotreno di Trenord è stato aggredito nel pomeriggio di martedì: solo l’intervento di alcuni colleghi e viaggiatori ha evitato il peggio

Cremona – Il capotreno Trenord in servizio sul treno Milano-Mantova è stato aggredito nel tardo pomeriggio di martedì. Lo riferisce il Corriere della Sera, secondo cui alla base del pestaggio ci sarebbe stato un alterco tra lo stesso dipendente delle ferrovie e la moglie dell’aggressore, avvenuta presso la stazione centrale di Milano prima della partenza. Secondo le prime ricostruzioni, la donna era arrivata da Roma e si doveva recare a Cremona, ma ha perso la coincidenza e trovato le porte del convoglio chiuse. Per via della presenza di un figlio disabile, la stessa aveva chiesto di poter salire ugualmente sul convoglio. Pur riuscendoci, la signora una volta sul treno ha avvisato telefonicamente dell’accaduto il marito, che si è così presentato alla stazione di Cremona.

Una volta che il treno è arrivato a destinazione l’uomo, un pizzaiolo cremonese, ha atteso che la moglie e il figlio scendessero dal treno per cercare il capotreno: una volta individuato colui il quale non aveva trattato cortesemente la moglie, è partita l’aggressione. Un pestaggio in piena regola con calci e pugni che solo altri viaggiatori e alcuni colleghi del capotreno sono riusciti a fermare non senza fatica. L’aggressore è stato subito identificato e sentito dai carabinieri: ora rischia una denuncia per lesione aggravata e interruzione per pubblico, considerato che il treno diretto a Mantova si è fermato ed è stato sostituito con un altro convoglio. Per il capotreno, per fortuna, solo qualche ammaccatura e una visita al pronto soccorso dell’ospedale di Cremona in codice verde.

I Video di Blogo.it