Pedofilia, violentò due bambine a Milano: condannato a 9 anni

Il tribunale di Milano ha condannato Sergio Marziano a 9 anni di reclusione. Il giudice non ha concesso “sconti”

Il Tribunale di Milano ha condannato Sergio Marziano a 9 anni di reclusione per due episodi di violenza sessuale ai danni di due bambine di pochi anni. L’uomo venne arrestato il 4 ottobre 2017 con l’accusa di violenza sessuale ai danni di una bambina di 6 anni, avvenuta qualche settimana prima in via Bramante, nella ‘Chinatown’ milanese. Si arrivò all’arresto dell’uomo con la diffusione delle immagini ricavate dalle telecamere di sorveglianza della zona, grazie alla quale arrivò una segnalazione che portò al suo arresto a Monza.

Nel corso delle indagini sono emerse le responsabilità dell’uomo anche per un altro caso di violenza avvenuto nel marzo 2016, sempre in zona Paolo Sarpi, ai danni di un’altra bambina di 6 anni affetta oltretutto dalla sindrome di Down. A suo tempo l’uomo era appena uscito dal carcere dopo aver scontato una condanna di 4 anni e 3 mesi per tentata prostituzione minorile, atti osceni e corruzione di minorenni.

Con la sentenza emessa oggi il gup Elisabetta Meyer ha accolto la richiesta dei PM Luca Gaglio e Gianluca Prisco che – come già avvenuto in passato a Milano – avevano chiesto di non applicare “la continuazione”, optando per il cumulo giuridico materiale per i due reati commessi dal pedofilo. In sostanza il Gup non ha considerato i reati come commessi all’interno di un unico disegno criminoso, circostanza che avrebbe comportato uno sconto di pena oltre a quello già previsto per il rito abbreviato.

I Video di Blogo

Milano: scippo in diretta nella metropolitana (VIDEO)