Carlo Marcelletti ammette gli sms alla tredicenne

“Ho fatto una sciocchezza, sono dispiaciuto, non so come dirlo, quei messaggi telefonici sono stati un momento di debolezza, ma per pochi giorni, quella ragazzina non l’ho neanche sfiorata” Ecco le parole di Carlo Marcelletti, che ha confermato di aver intrattetenuto una relazione – ma puramente via sms – con una ragazzina di tredici anni

“Ho fatto una sciocchezza, sono dispiaciuto, non so come dirlo, quei messaggi telefonici sono stati un momento di debolezza, ma per pochi giorni, quella ragazzina non l’ho neanche sfiorata”

Ecco le parole di Carlo Marcelletti, che ha confermato di aver intrattetenuto una relazione – ma puramente via sms – con una ragazzina di tredici anni figlia di una sua paziente. E già qui le cose si ridimensionano: va bene, forse non è il massimo avere sessant’anni e mandare messaggi erotici a una tredicenne. Ma i titoli sparati in corpo centottanta “Marcelletti indagato per pedopornografia” fanno molta notizia. E se è vero che il giorno dopo i giornali li si usano per incartare il pesce, è anche vero che certe accuse restano come macigni. Rovinano l’esistenza. E la carriera.

Nell’interrogatorio con i pm Marcelletti ha ammesso anche il peculato, parlando di qualche fattura non emessa, ma nulla in confronto a quello che il nostro dentista potrebbe avere evaso. Gli stessi pubblici ministeri si sono dichiarati poi molto soddisfatti dell’interrogatorio. E se finisse nel tutto nel nulla? Io qualche dubbio comincio ad averlo.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →